Fondo per le PMI 2022: cos’è, come funziona e a chi spetta

Il Fondo per le PMI 2022 è un aiuto finanziario a favore delle piccole e medie imprese dell’Unione europea per sostenere i diritti di proprietà intellettuale. Si tratta di un’iniziativa promossa dalla Commissione europea e dall’EUIPO (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale).

Principali caratteristiche del Fondo EUIPO per le PMI

Dal 10 gennaio 2022 al 16 dicembre 2022, le PMI con sede nella UE potranno fare domanda per richiedere la sovvenzione. La domanda può essere depositata dal titolare dell’azienda, ma anche da un dipendente o da un rappresentante autorizzato che agisce per suo conto. Nel corso del 2022, ogni PMI rispondente ai requisiti potrà presentare una sola richiesta all’EUIPO.

Se ottenuto, il voucher viene trasferito direttamente all’impresa richiedente. Il contributo ha un importo massimo di 2.250 Euro e viene erogato come rimborso parziale dei costi sostenuti dall’impresa per il deposito di marchi, brevetti, disegni e modelli. L’iniziativa, però, è a esaurimento fondi, dunque la disponibilità è soggetta all’ordine di presentazione della domanda. Pertanto, conviene inoltrare la richiesta il prima possibile senza aspettare la fine dell’anno.

Come fare domanda per il Fondo per le PMI 2022?

Per provare a ottenere il voucher del Fondo PMI 2022, è necessario fare richiesta all’EUIPO ancor prima di depositare la relativa domanda di marchio, brevetto, disegno o modello. Per presentare la richiesta occorre inviare alcuni documenti in formato PDF non protetto da password, tra cui:

  • L’estratto conto dell’azienda completo di: nome della PMI, titolare del conto, IBAN con codice paese, e codice BIC/SWIFT.
  • Il certificato di Partita IVA o il numero REA dell’impresa
  • Una “dichiarazione sull’onore” firmata dal titolare della PMI o da un dipendente autorizzato alla firma (solo se la domanda viene presentata da un rappresentante dell’azienda)

Per maggiori informazioni sul Fondo e sulla richiesta di domanda è possibile consultare la pagina: Fondo per le PMI – MUE (europa.eu)

Perché proteggere la proprietà intellettuale?

Proteggere la proprietà intellettuale è l’unico modo legale per evitare che un’invenzione, un prodotto specifico o un processo unico nel suo genere possa essere copiato oppure usato senza la necessaria autorizzazione. Esistono diverse forme di tutela, più o meno indicate a seconda di cosa è necessario proteggere, come:

  • Il brevetto (usato per le invenzioni, i modelli di utilità, le nuove varietà vegetali, e altre specifiche forme di innovazione)
  • Il marchio (usato per i segni rappresentabili graficamente o meno, che siano distintivi di prodotti o servizi)
  • I disegni e i modelli (usati per l’aspetto dei prodotti, dunque il design)

Per conoscere la soluzione migliore per ogni caso specifico, è comunque consigliabile richiedere l’aiuto di un consulente in proprietà intellettuale e industriale che sappia indirizzare al meglio sulla forma di protezione più adatta.

RICHIEDICI INFORMAZIONI

La prima consulenza è sempre gratuita

Potrebbe interessarti

News
13 Gennaio 2022
News
14 Dicembre 2021
News
2 Agosto 2021
News
21 Dicembre 2020
News
11 Febbraio 2019
News
23 Gennaio 2019